Il rimedio anti-invecchiamento più potente sono i tuoi muscoli: 100% naturale, gratuito e sempre con te. Usalo!!

Ti sei mai chiesta perché alcune persone invecchiano meglio di altre e mantengono la loro forza ed energia, mentre altre no? Potrebbe essere che le prime abbiano un segreto…i loro muscoli!

Anche se è vero che il tuo corpo non funziona allo stesso modo di come quando eri adolescente, ciò non significa che si debba accettare una qualità della vita inferiore a causa dell’età.

Con il giusto atteggiamento e qualche sforzo in più è possibile mantenere il corpo e la mente in ottimo stato di salute grazie ai muscoli. Sono un vero è proprio organo anti-invecchiamento naturale per tutti noi.

Mentre addominali definiti (la tartaruga) sono visti come dote di bodybuilder o atleti, avere i muscoli sani e forti dovrebbe essere una preoccupazione per chiunque abbia intenzione di vivere a lungo.

Con l’avanzare dell’età le nostre fibre muscolari iniziano ad essere meno efficaci e si perde massa muscolare con gravi conseguenze. Le persone anziane con una forza muscolare più debole, ad esempio, hanno più probabilità di morire nei prossimi anni.

Potrebbe essere il più grande killer di cui non hai mai sentito parlare: l’indebolimento e la perdita di muscolo che accade quando invecchiamo.

La perdita di massa muscolare non è più vista come un semplice effetto collaterale della malattia e della fragilità, ma anche come causa.

Oltre a causare cadute, la perdita di muscolo ha gravi effetti a catena sul metabolismo.

Pensa che in futuro, ci saranno i farmaci per potenziare i muscoli
di coloro che non possono mantenere la massa muscolare attraverso l’esercizio, come l’allenamento con i pesi. I ricercatori sottolineano che non si tratta di bodybuilding, ma di evitare la perdita di massa muscolare.

Il muscolo è l’unico posto dove il corpo può immagazzinare gli aminoacidi, (i mattoncini di cui sono composte le proteine), quindi quando qualcuno con poca muscolatura si ammala ha poche riserve a cui rivolgersi.

Un tessuto muscolare sano è anche un grande consumatore di glucosio (uno zucchero la cui concentrazione nel sangue è detta glicemia). Parte di esso viene indirizzato direttamente alle cellule cerebrali, mentre il rimanente si accumula nei tessuti del fegato e dei muscoli in forma di glicogeno. Quest’ultimo è una fonte di energia ausiliaria per il corpo e funge da riserva che viene consumata quando è necessario. L’eccesso di glucosio va ad accumularsi nel tessuto adiposo, causando l’aumento di massa grassa e può portare all’obesità.

Quindi una mancanza di muscoli significa che il corpo non potrà far fronte all’aumento di glucosio nel sangue dopo i pasti, ciò diventa la strada che lentamente può portare le persone verso il diabete tipo 2.

La gente pensa ai muscoli solo come strumento per svolgere movimenti, ma sono realmente un enorme organo metabolico.

La scienza recente dimostra che non è importante quanto grande sia il muscolo che abbiamo, ma come è composto, ovvero non è importante la grandezza ma la qualità e la salute del muscolo.

Un muscolo sano vuol dire un muscolo metabolicamente attivo, privo di grassi nocivi e con la quantità elevata di mitocondri.

I mitocondri sono le “centrali energetiche” della cellula; producono l’energia necessaria per molte funzioni cellulari, quali il movimento, il trasporto di sostanze ecc. I mitocondri trasformano il glucosio e il grasso in adenosina trifosfato, una specie di carburante per i muscoli.

Avere i muscoli sani ha una profonda influenza su tutto, dal peso, ai livelli di energia, fino al rischio di sviluppare diabete o malattie cardiache.

Anche le possibilità di sopravvivere ad un ricovero in ospedale o di battere il cancro sono influenzate dalla salute del muscolo.

Questo vantaggio muscolare è così vitale che le aziende farmaceutiche sono alla ricerca di farmaci in grado di migliorare la salute dei muscoli e di contrastare la perdita della massa muscolare con l’avanzare dell’età, così come durante la degenza ed i periodi di malattia.

La perdita di massa muscolare inizia a presentarsi attorno ai 30 anni. Senza saperlo, col passare degli anni e spendendo più tempo seduti, muovendosi di meno.

I mitocondri declinano in numero e in efficienza di produrre l’energia, mentre il grasso aumenta.

A poco a poco, la salute e la vitalità declinano, così un giorno ci si rende conto che i vestiti preferiti non entrano più, si sente più esausti dopo un giro al supermercato e il medico scriverà una ricetta per controllare il diabete.

Almeno che tu non sappia come contrastare ed evitare questa situazione distruttiva.

Qualsiasi persona senza gravi patologie in essere, indipendentemente dall’età, può costruire un muscolo più giovane e più sano.

La maggior parte degli adulti raggiunge il picco di massa muscolare verso la fine dei 30 e l’inizio dei 40 anni.

Dopo quel momento, può iniziare e continuare con l’avanzare dell’età, una graduale perdita di massa muscolare. Questa perdita di massa muscolare, forza e funzione legata all’età è nota come sarcopenia e può accadere più velocemente di quanto si pensi.

Quanto velocemente? Le persone che sono fisicamente inattive possono perdere dal 3 fino al 5% della loro massa muscolare per decennio dopo i 30 anni.

Anche se non c’è uno specifico livello di massa muscolare oltre il quale si può dire di essere in presenza di sarcopenia, una qualsiasi perdita di massa muscolare è fonte di preoccupazione dal momento che esiste una forte relazione fra massa muscolare e forza.

La sarcopenia contribuisce in modo significativo allo stato di salute, alla diminuzione della qualità della vita e all’aumento dei costi sanitari per gli anziani.

Ma aspetta un attimo, a 30 – 40 anni non ti sembra di essere troppo giovani per iniziare un qualsiasi tipo di declino fisico? C’è qualcosa che si possa fare per fermarlo?

Assolutamente si.

La ricerca ha dimostrato che un programma di esercizi di allenamento con i pesi, per la forza e la crescita muscolare, può migliorare la sarcopenia in appena due settimane.

Sto per raccontarti dei modi tutti fattibili, facili e naturali che possono prevenire, ridurre e addirittura eliminare l’indesiderata sarcopenia.

È stato scoperto che l’abbondanza dei nostri mitocondri e la magrezza del nostro muscolo sono inesorabilmente legate a quanto, o quanto poco, ci muoviamo.

In termini di mitocondri si tratta di un classico caso di domanda e offerta. Sia che si stia facendo una breve passeggiata, sia che si stia facendo un vigoroso allenamento, i muscoli hanno bisogno di energia e la chiedono attraverso i mitocondri che producono l’energia per i nostri muscoli.

Stai lontana dalla palestra per molto tempo e il tuo corpo non avrà bisogno di troppi mitocondri, così chiederà a quelli extra di “riposare” e diventeranno lenti e meno efficienti.

Nel corso del tempo la tua fonte di energia interna diminuirà passando da un fuoco scoppiettante ad una candela tremolante, minando sia la tua energia che la tua capacità di bruciare i grassi.

La perdita di forza e di massa muscolare, quindi, non è un segno di invecchiamento in sé, ma il risultato di non utilizzo di muscoli a causa di uno stile di vita sedentario.

Perdiamo i muscoli non perché invecchiamo ma perché facciamo poca attività fisica muscolare.

Nella sua eccellente serie di articoli, l’esperto di fitness e di anti-aging Clarence Bass parla di uno studio dove nei partecipanti, dopo aver fatto sei mesi di allenamento con i pesi, lo stato dei mitocondri appare significativamente più giovane.

Così quando si tratta di mitocondri, l’allenamento con i pesi inverte i 40 anni di età!

Ma l’esercizio non ha effetto solo sui mitocondri.

Altri studi mostrano come l’esercizio con i pesi protegga il DNA dall’invecchiamento e come l’aggiunta di fibre muscolari a contrazione rapida (del tipo 2 o bianche che intervengono nelle azioni muscolari rapide ed intense come il sollevamento pesi vigoroso) faccia accelerare la perdita di grasso e migliori la funzione metabolica, soprattutto perché agisce sui telomeri.

telomeri sono piccole porzioni di Dna che si trovano alla fine di ogni cromosoma e che proteggono l’estremità del cromosoma stesso dal deterioramento o dalla fusione con cromosomi confinanti.

La teoria dei telomeri – è una delle teorie sull’invecchiamento che attualmente, è una delle più accreditate in ambiente scientifico. Secondo tale teoria esisterebbero geni che comandano il processo d’invecchiamento. In particolare, l’attenzione degli scienziati è attirata dai telomeri (dal greco telos, fine), un tratto del DNA che termina i cromosomi.

Con l’età i telomeri progressivamente si usurano e si accorciano a causa della ripetuta divisione cellulare, dello stress ossidativo, delle infiammazioni e di altri processi metabolici, lasciando alla fine i cromosomi della cellula scoperti.

Quando i telomeri sono completamente erosi o scompaiono, l’usura
inizia a tagliare i geni, provocando il danneggiamento e lo scarto delle cellule mentre invecchiamo.

La lunghezza dei telomeri diminuisce con l’età. Fin qui nessuna sorpresa.

Ma come ha dimostrato uno studio su gemelli, sia le donne che gli uomini fisicamente attivi hanno i telomeri più lunghi rispetto alle donne e agli uomini sedentari.

Inoltre, i partecipanti allo studio che hanno trascorso più di 3 ore a settimana impegnati in attività fisica come il sollevamento pesi avevano telomeri più lunghi rispetto a soggetti di 10 anni più giovani, ciò suggerisce che le persone che si astengono dall’allenamento con i pesi possono finire per essere 10 anni biologicamente più vecchi.

Ovviamente, dal momento che questo studio è stato condotto su gemelli, queste differenze non erano dovute ai geni, ma al diverso stile di vita e di esercizio.

Dal momento che uno si è esercitato in modo significativamente maggiore rispetto all’altro, questo aveva telomeri più lunghi e durevoli.

Infine, un altro studio sugli effetti dell’allenamento di forza sui telomeri nel muscolo scheletrico umano ha esaminato il rapporto fra un fenomeno anomalo di telomeri corti negli atleti con sintomi di sovrallenamento.

Questo importante studio voleva scoprire se un vigoroso esercizio a lungo termine potesse avere effetti negativi sui telomeri. Quindi, con l’aiuto di biopsie, i ricercatori hanno confrontato la lunghezza dei telomeri di un gruppo di sollevatori di pesi, che si erano allenati in media per otto anni, con un gruppo di soggetti sani, attivi che non avevano precedenti di sollevamento pesi.

I risultati mostrano per la prima volta che l’allenamento con i pesi a lungo termine non è associato ad un anormale accorciamento dei telomeri del muscolo scheletrico e che più carico è pesante, più lunghi i telomeri tenderanno ad essere.

Importante però non esagerare e evitare sovrallenamento, altrimenti l’effetto sui telomeri sarà il contrario.

Ma usciamo dagli studi ed entriamo nel mondo reale. I telomeri ed i mitocondri sono una cosa, ma potrebbero delle attività fisiche come l’allenamento con i pesi e il powerlifting farci vivere più a lungo?

Uno studio fornisce una prova solida e statisticamente significativa del fatto che l’allenamento con i pesi nelle persone adulte più anziane è benefico per l’anti-invecchiamento e va ben oltre del migliorare la forza muscolare e l’attività fisica.

Ma per il timore che tu corra in palestra a fare un allenamento in stile Arnold Schwarzenegger, ho un’ultima osservazione: i muscoli più grandi non sono necessariamente il meglio.

In altre parole, quando si tratta di muscoli e anti-invecchiamento, il muscolo più forte e più sano batte la massa muscolare pura.

I muscoli più sani li troveremo in un fisico muscoloso di modeste dimensioni, ma un fisico in grado di sviluppare un sacco di forza in un breve periodo di tempo.

Quest’ultima è un ottima notizia per tutte quante donne che non vogliono avere i muscoli grandi! Non servono, tranquilla.

Ma ciò che serve, invece, per contrastare l’invecchiamento precoce e garantirsi la qualità di vita migliore sono i muscoli sani e forti.

Praticare regolarmente allenamento fisico di tipo muscolare, assieme ad un’alimentazione sana e equilibrata è la scelta migliore che tu possa fare per la tua salute, la longevità e il benessere qualsiasi età tu abbia.

Ed è ciò di cui mi occupo e perché scrivo il mio blog.

Non ti basta come motivazione per andare in palestra? Leggi questi altri 13 motivi perché ogni donna dovrebbe allenarsi con i pesi.

Oppure

Riferimenti:

Contrastare e evitare la sarcopenia in modo naturale

Allenamento con i pesi migliora la forza e la qualità dei muscoli di adulti anziani

Allenamento regolare protegge atleti dalla perdita di massa muscolare

Articoli di Clarence Bass, l’esperto di fitness e anti-aging

Dopo sei mesi di allenamento con i pesi lo stato dei mitocondri appare più giovane

La teoria dei telomeri

I gemelli, partecipanti allo studio, che praticano l’allenamento con i pesi hanno i telomeri più lughi

Allenamento con i pesi vigoroso a lungo termine non è associato ad un anormale accorciamento dei telomeri del muscolo

Allenamento con i pesi aiuta anziani a vivere più a lungo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *